Nel tempo che ci resta

Elegia per Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
ph Laila Pozzo

ph Laila Pozzo

ph Laila Pozzo

ph Laila Pozzo

ph Laila Pozzo

ph Laila Pozzo

mercoledì 23 marzo 2022, ore 21 - Teatro degli Atti
giovedì 24 marzo 2022, ore 10 - Teatro degli Atti - matinée per le scuole

 

In un cantiere abbandonato, un uomo fa cadere delle arance, il loro profumo attira quattro figure che si domandano dove si trovano: sono le anime di Giovanni Falcone e di sua moglie Francesca Morvillo e di Paolo Borsellino e della moglie Agnese Piraino Leto. L’uomo che ha gettato le arance è Tommaso Buscetta, pentito di mafia. Parte da qui il racconto in cui i cinque si raccontano, denunciano, si interrogano compiendo un viaggio lucido e amaro.
Frutto di un lavoro di ricerca durato oltre due anni, Nel tempo che ci resta porta in scena l’eroismo di Giovanni Falcone e Giuseppe Borsellino, la lotta alla mafia, le vittime, i tradimenti, i pensieri, le vicende personali e pubbliche, la trattativa, l’isolamento, le menzogne, il senso del dovere.
Uno spettacolo che non è un documentario bensì un’elegia, un atto d’amore e di gratitudine nei confronti di chi ha dedicato e continua a dedicare la vita alla collettività e rappresenta una concreta testimonianza di coerenza, etica e giustizia.
“Ogni menzogna cadrà per il suo proprio peso, e rimarrà soltanto ciò che l’amore toccò con la sua lingua”. César Brie

 

Durata 1h 30 minuti