Una sera a Teatro con Alfredo Speranza

venerdì 14 dicembre 2018, ore 21 - Teatro Galli
Eventi speciali

Una storia riminese

Musiche di De FallaListzMassenetPiazzollaSperanza
 

E’ il 1959, quasi sessant’anni fa, quando il Maestro Alfredo Speranza arriva a Rimini, lasciando Montevideo e l’Uruguay, paese che gli ha dato i natali. Una data che segna l’inizio di “una storia riminese” fatta di grande musica e di divulgazione e promozione dell’arte e della cultura a cui è dedicata la speciale serata in programma venerdì 14 dicembre alle 21 nell’ambito della Sagra Musicale Malatestiana. Per il Maestro Alfredo Speranza, pianista e compositore con oltre 70 anni di carriera alle spalle, l’occasione di conquistare il palcoscenico del rinato Teatro Galli e abbracciare il pubblico che da anni ne segue l’attività, pianistica e didattica.

La serata vedrà salire sul palco diversi artisti noti al pubblico riminese e che già in passato hanno collaborato con il Maestro: i pianisti Roberto Cappello, Gianmarco Mulazzani, Simonetta Pesaresi, Manila Santini, Devis Mariotti al flauto, i mezzosoprani Norina Angelini e Annalisa Stroppa, Aldo Vianello alla chitarra, la danzatrice Barbara Martinini. Nelle speciali vesti di narratore sarà Silvio Castiglioni. Un gruppo articolato di artisti che darà vita ad un programma di musiche di De Falla, Listz, Massenet, Piazzolla e ovviamente del Maestro Speranza.

Nato nel 1930 a Montevideo, in Uruguay, Alfredo Speranza si è trasferito a Rimini nel 1959 fondando la sua scuola di pianoforte. Cittadino italiano dal 1983 ha ricevuto la cittadinanza onoraria riminese con cerimonia ufficiale nel 1999 per meriti artistici e didattici. Riconosciuto come rinomato didatta, pianista e compositore è stato allievo di grandi esponenti del pianismo internazionale quali Marcelle Meyer, Walter Gieseking e Carlo Zecchi. In 70 anni di carriera si è esibito in sale e teatri prestigiosi collaborando con le grandi ballerine Carmen Amaya e Tamara Toumanova, in diverse formazioni e come solista. Con le sue opere, con le 22 edizioni del “Festival internazionale di pianoforte”, con la sua instancabile attività didattica è testimone di amore e dedizione per la musica, l’insegnamento e la “sua” Rimini.



 

 

 

Musica