Rambertus De Bonatestis

Homo novus, filosopho et astrologo eccellentissimo. L’incredibile storia di Ramberto Malatesta mente sublime e anima oscura

martedì 11 agosto 2020, ore 21.30 - Colonia Bolognese
Altre iniziative

 

Un racconto intrigante e misterioso liberamente ispirato alla ricerca storica e al volume “Ramberto Malatesta, mente sublime e anima oscura” a cura di Andrea Antonioli.

Dopo aver interpretato con grande successo Sigismondo Pandolfo Malatesta, sicuramente il più popolare personaggio di questa illustre famiglia … per puro caso mi sono imbattuto in una storia e in un misterioso personaggio poco conosciuto sempre appartenente “alla famiglia dei Malatesta, sì, proprio quelle maledettissime “maleteste” che hanno lasciato in eredità alla Romagna un patrimonio di inestimabile valore che è ancora facilmente apprezzabile dentro ogni stanza di rocca, nei castelli che ancora lì, al loro posto, rimangono come eterni baluardi sulle vette aguzze di alture impervie e impossibili, che nemmeno il tempo è riuscito a cancellare e dove continua a splendere il ricordo di momenti intensi ed eterni che ci appartengono e che ci affascinano”.
Trattasi di … Ramberto Malatesta conte di Sogliano, inedita figura di letterato e filosofo ma anche e soprattutto astrologo, mago e alchimista. Unico esponente della famiglia ad essersi occupato di filosofia e astrologia ai più alti livelli, apprese le nozioni più sofisticate della filosofia, frequentando l'Accademia Neoplatonica di Villa Careggi a Firenze diretta da Marsilio Ficino, e venne a contatto con le menti più sublimi del Rinascimento: Pico della Mirandola, Angelo Poliziano, Baldassarre Castiglione, Pietro Bembo.
La fama del conte di Sogliano giunse negli ambienti privati più colti e presso diverse corti italiane ed europee; egli poteva vantare stretti rapporti persino con l’imperatore Massimiliano I d'Asburgo, il quale promise di finanziargli un laboratorio astronomico all’avanguardia, dotato degli strumenti più sofisticati. Degni di nota sarebbero tanti oroscopi che ha elaborato per numerosi personaggi dell’Italia e dell’Europa di quel tempo,  tra i più significativi voglio menzionare: quelli per Luigi Guicciardini, per il cardinale Benedetto Accolti, per i due papi Medici Clemente VII e papa Leone X.
Una vita travagliata, intrigante e molto avventurosa e ricca di eventi drammatici che non sfigurerebbe in un libro di Dan Brown,. Per ovvi motivi di prudenza e riservatezza Ramberto non amava figurare in prima persona come autore di trattati e oroscopi, ben guardandosi dall’apporre in calce ad essi il proprio autografo, in alcuni casi non disdegnava affatto ricorrere a un espediente tanto originale quanto stravagante, sottoscrivendo le sue missive con un eloquente... Rambertus de Bonatestis … forse anche come atteggiamento di sarcastica distanza dalla sua malfamata famiglia di origine i Malatesta.


Gianluca Reggiani


«…considerando che el sommo Opifice ci ha constituito uno elegante libro nel cielo dove, oculata fide, noi possiamo gli nostri futuri atti continuo prospettare, cosa congrua è … in quello come in uno proprio spechio ricerchare gli nostri proprii atti accorte; acciocché, conosciute le sua carattere, possiamo con somma verità conoscere tutte, o buona parte, di nostre future actione…». Ramberto Malatesta